Il successo degli Influencer durante il 2017 è incontestabile: dopo le grandi aziende, anche le piccole aziende hanno deciso di destinare gran parte dei loro Budget pubblicitari in collaborazioni con Blogger e Influencer.

Le collaborazioni con personalità digitali rappresentano una leva strategica di Digital marketing perché permettono innumerevoli benefit per il brand, sopratutto in merito al coinvolgimento di particolari audience di pubblico.

Andiamo per gradi e facciamo chiarezza, partendo proprio da una definizione standard:

“L’influencer marketing è il processo di sviluppo di relazioni con persone influenti, in grado di aumentare la visibilità e la riconoscibilità di un brand, di un prodotto o di un servizio”.

In effetti si tratta di un modello di coinvolgimento di nicchie di pubblico o pubblico più ampio mediante alcune personalità individuate di rilievo per quel particolare ambito o interesse. Innumerevoli i vertical: Food, Travel, Lifestyle, Eco, Green, Luxury e ancora molti altri ulteriormente specifici.

Insomma qualunque sia il settore e il posizionamento dell’azienda sembra esserci una personalità che può rappresentarlo.

Ma come mai questo modello funziona così bene?

La risposta risiede proprio nei protagonisti della strategia: gli influencer infatti sono figure a metà fra testimonial e consumatori con una voce che appare autentica agli occhi delle persone soprattutto se accompagnata da scene di vita quotidiana all’interno delle proprie case.

Basti pensare quanto siano riconoscibili alcune location come quelle di Clio Makeup, Wilwoosh, Favij e tanti altri che hanno fatto delle loro camere dei veri e propri studi televisivi. Attentissimi e meticolosi ad includere nel proprio Storytelling prodotti e/o servizi adatti ai contenuti che postano, al proprio stile di vita e alla propria personalità.

La mission dei brand quindi non è più parlare al maggior numero di persone possibile, ma intercettare, con delle campagne di comunicazione mirate, quelle nicchie di pubblico che gli garantiranno un reale ritorno d’investimento, ROI.

Dunque si può dire che molti brand stiano preferendo un approccio di “cocreazione piuttosto che di sponsorizzazione” il contenuto organico ha sempre una migliore amplificazione rispetto alla mera sponsorizzazione.

“At some point in the past year, “micro-influencer” became the advertising industry’s staple buzzword for up-and-coming bloggers, YouTubers and social media personalities who promote a brand or product as part of a larger marketing campaign” .

Adweek

Oltre agli influencer, ogni brand dovrebbe conoscere i suoi Top Follower

Ti sei ma chiesto se conosci l’identità dei tuoi 10 miglior Follower?

Chi interagisce maggiormente con tutti i tuoi contenuti siano essi Post, Video, Articoli e Newsletter?

In un’ottica di marketing che proviene dal basso e che riesce a farsi strada con azioni di marketing bottom- up di utenti che attraverso vere e proprie community costruiscono pareri, dispensano informazioni dettagliate per ogni tipologia di richiesta e domanda.

 

Gli step per un reward di successo con gli ambassador

  1. Identifica i tuoi migliori Follower
  2. Definisci una strategia di rewarding personalizzato  per ogni singolo Follower
  3. Invia loro premi e comunicazioni ad hoc e instaura una relazione preferenziale
  4. Analizza e tieni sotto controllo la loro presenza Social, sopratutto in merito ai tuoi prodotti

 
Il processo per un piano di successo con gli ambassador può sembrare complesso e molto lungo ma esistono degli strumenti, il Super CRM di White Rabbit che possono aiutarti nell’automatizzazione di tutti gli step sopracitati.

Grazie al marketing automation è possibile accedere a preziose informazioni che altrimenti recuperasti in maniera frammentata.

Ad esempio come la Customer Journey dei customer sul tuo sito, l’effettiva lettura di newsletter, le interazioni generate dai social aziendali, le pagine del sito più visitate o i prodotti più ordinati.

In una simile prospettiva è possibile comprendere l’enorme potenziale dell’influencer e ambassador marketing come una delle attività ritenuta più efficace ed attuali e di quanto sia importante munirsi degli strumenti giusti e che semplifichino la vita a chi deve gestirla, sempre il linea con la nostra filosofia dell’Happy Business.

Antonella Carrieri

FONTI:

https://www.whiterabbit.cloud/archiviare-e-gestire-tutti-i-contatti-in-un-super-c-r-m/

https://www.insidemarketing.it/argomento/influencer-marketing/

http://www.adweek.com/digital/brendan-gahan-epic-signal-guest-post-micro-influencers/

Chiedi una Demo Gratuita


Es. +391234567890