Non tutti i marketer hanno familiarità con questa nuova tecnologia, eppure sta guadagnando consensi (e tanti investimenti) in maniera molto rapida…

I moderni modelli di marketing si basano sulla raccolta dei dati. E su questo, come si suol dire, non ci piove. Ma la particolarità di una Customer Data Platform (CDP) sta nella promessa di aggregare tutti i dati di un cliente, cioè quelli disponibili all’interno di più piattaforme.

Pensate alla possibilità di creare un’immagine dettagliata del cliente, capace di implementare una comunicazione personalizzata (e quindi efficace) attraverso tutti i vostri canali. Ma andiamo ad analizzare dettagli e differenze con altre piattaforme esistenti.

Cos’è una Customer Data Platform?

Il primo passaggio che può esserci utile è quello di circoscrivere una buona definizione di cosa sia una Customer Data Platform. Tra le tante, vi proponiamo la seguente:

Un CDP è un sistema di marketing che unifica i dati dei clienti di un’azienda provenienti dal marketing e da altri canali.

(Gartner.com)

Mentre David Raab, fondatore del CDP Institute, già nel 2013, ne parlava in questi termini:

Una CDP è un sistema gestito dal marketer che crea un database dei clienti persistente e unificato accessibile ad altri sistemi.

(David Raab)

Partendo da queste due definizioni proviamo adesso a visualizzare un modello esplicativo. In buona sostanza, comprenderemo che senza i dati complessivi e senza la loro completa gestione, la macchina di pianificazione delle campagne di marketing non può funzionare, o almeno non come dovrebbe.

 

modello di Customer Data Platform
Il modello CDP formulato da emailvendorselection.com

Se nella parte sinistra dell’immagine di sopra abbiamo una serie di fonti da cui provengono i dati di un’azienda (personali/deografici, di comportamento all’interno di un sito, engagement, transizionali e mobile/device), dall’altra troviamo i nostri più comuni canali di comunicazione.

Come possiamo notare, tra i Dati e i Canali di comunicazione, troviamo il nucleo operativo di questa tecnologia. Quest’ultimo si esprime per mezzo dell’automazione delle campagne, della segmentazione dei dati, della personalizzazione dei messaggi e delle soluzioni pubblicitarie.

Differenze tra CDP, CRM e DMP

Molti di voi avranno già avanzato l’ipotesi della profonda similarità tra una CDP e un CRM (Customer Relationship Management); oppure tra un CDP e un DMP (Data Management Platform). Per un verso, la risposta è sì, le tre tecnologie sono simili perché si tratta sempre di raccolta e gestione di dati. Ma qual è il discrimine esserziale che ci permette di distinguerle? Il modo più semplice è quello di focalizzare la nostra attenzione sulla tipologia di dati “trattati” dalle tre piattaforme.

Lo schema che segue può rivelarsi più esplicativo di mille parole:

lo schema proposto da econsultancy.com

I. Dati e funzionalità di una DMP

  • utilizzano dati di terze parti;
  • il loro focus riguarda le pubblicità;
  • puntano a migliorare il targeting degli annunci (display e video);

In sintesi, una DMP è predisposta al a) popolamento del database con dati che possono riguardare clienti, b) l’identificazione di una audience (intesa come sottoinsieme del databese principale); c) la lavorazione dei dati caricati [a)] e quelli segmentati [b)].

II. Dati e funzionalità di un CRM

  • (in genere) non gestiscono più tipologie di dati;
  • utilizzano dati di prima mano;
  • (quasi sempre) sono gestiti dagli stessi fornitori di un servizio CRM;
data management platform
fonte gartner.com

Come si può notare, le operazioni svolte da un CRM sono molto più simili a una Customer Data Platform rispetto a sistema di Data Management Platform (DMP), ma i CRM gestiscono meno fonti di dati e richiedono una quasi-dipendenza dai fornitori del servizio.

III. Dati e funzionalità di un CDP

  • il loro focus principale riguarda le azioni di marketing;
  • utilizzano dati sia di prima sia di seconda mano;
  • le loro azioni si concentrano sulla conversione e sulla fidelizzazione dei clienti;
  • l’unificazione dei dati (che possono provenire anche da terze parti) sono un surplus ma anche una caratteristica distintiva (come abbiamo visto sopra);
  • raccolgono tutti i dati degli utenti in un unico luogo accessibile da più fonti e rivolto a più canali di comunicazione;

Le CDP sfuttano tutto il loro potenziale nella creazione di una singola visione cliente ma, soprattutto, rendono possibile l’acquisizione di tutte le conoscenze necessarie per farlo.

Scopri White Rabbit: una CDP integrata!

White Rabbit è una CDP che non ha bisogno di alcuna configurazione e nessun ulteriore costo esterno. Non si tratta di uno “strato” o un “bus” di dati da aggiungere al tuo ecosistema web attuale, o al tuo insieme di piattaforme digital (siti, social, mail etc.) ma è una Customer Data Platform integrata. In altri termini, con la nostra suite otterrai la visione dei dati del cliente in automatico, senza alcuna aggiunta di costi o configurazione.

Usando White Rabbit tutti i dati degli applicativi sono riepilogati automaticamente nella Customer Experience e nella visione di CDP. 

A quali domande risponde una CDP come White Rabbit?

Inoltre, come abbiamo già anticipato, pur essendo un sistema market-centrico, una Customer Data Platform può importare tutti i tipi di fonti di dati e dare libero accesso ad altri sistemi. Ecco, per esempio, una serie di quesiti ai quali una CDP come White Rabbit può rispondere:

  • qual è il prodotto che il tuo cliente ha acquistato prima di quest’ultimo?
  • a quali segmenti / target-group appartiene?
  • è probabile che questo cliente sia prossimo ad abbandonarti?
  • per cosa a mostrato ultimamente un certo interesse?
  • quali sono i suoi intenti di acquisto?
  • qual è l’attuale valore (e quello futuro) di questo cliente?
  • in quali contesti preferisce interagire?
  • quali sono le sue preferenze e qual è la sua customer journey?

Come avrai potuto notare, le CDP hanno tutto il potenziale per creare una singola visione cliente. Si tratta di una tecnologia capace di implementare facilmente segmenti, user journeys, messaggi, canali di comunicazione e i migliori momenti per contattare i tuoi customer e potenziali tali.

White Rabbit è un CDP che non ha bisogno di alcuna configurazione. Si tratta di una suite all-in-one che non devi aggiungere al tuo ecosistema attuale, o al tuo insieme di piattaforme digitali (siti, social, mail, ecc.): ma è un CDP integrato nel prodotto.

In altri termini, con White Rabbit avrai a tua disposizione la visione dei dati del cliente in automatico, senza alcuna aggiunta di costi o di configurazione. Tutti i dati degli applicativi sono riepilogati automaticamente nella Customer Experience e nella visione del CDP.

Sei in cerca di risposte a domande come queste? Scopri di più!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *